BENVENUTO!

Kh-25ML "push to the limit"

Falcon

Responsabile Sezione Operativa
Pilota
Registrato
9 Marzo 2016
Messaggi
4.474
RSO
381^ Sq. F-16C
Negli ultimi tempi (dall'ultima o dalla penultima patch della serie 1.5.5) durante le mie strike col su25T ho notato dei netti cambiamenti sulle distanze d'efficacia del kh-25ML così mi sono deciso ad approfondire la questione. Già avevo effettuato molti test, e trovato una tecnica per mettere a segno questi missili fino a poco oltre i 40km dal target. Ne parlammo con Eircog e gli altri e tutti abbiamo convenuto sul fatto che se questo è possibile è grazie alla "cattiva" simulazione del puntatore laser da parte di DCS, il quale sembra non limitarne la portata (che nella realtà è attorno ai 10km)

Dunque, dai test emersi oggi, adesso non è più possibile mettere a segno questo missile da oltre i 18-22km, la causa? sembra quasi che la ED abbia sistemato il puntatore laser! Dalle tacview emerge che il missile a basse medie quote inizia a "cadere" e puntare verso il basso, chiaro segno che ha perso il laser, nel momento in cui si trova a 10-13km dal velivolo lanciatore(la variazione dipende dalla quota). Eseguendo i test con lanci a quote diverse ho notato una diversa distanza di lettura del laser. Più la quota del mio aereo è alta e più è elevata la gittata del laser, potrebbe essere la rarefazione dell'aria? può essere che il missile è più veloce e ritarda il momento di caduta di 2 km? Le velocità sono sempre molto elevate, quindi ho escluso a priori che sia una questione di mancanza di energia. L'ultima variabile a cui ho pensato e che ha senso, poteva essere la durata di una batteria che alimenta il seeker del missile che dopo un tot di secondi si esaurisce, ma ne dubito.

Fattostà che a 7000m sono arrivato a 22km di gittata, a 1000m invece 18km. Alle quote medie si parla di un 20km circa. Ovviamente considerando una velocità di 500-600kmh del velivolo lanciatore.

Allego alcuni dei test.
Sorry per l'offtopic ma non sapevo dove tenere traccia di questa cosa. E penso sia utile anche ai 25isti.

EDIT: Occhio anche agli spostamenti dello shkval per un eventuale cambio di target mentre il missile è in volo(ad esempio in caso di lanci multipli), a quanto pare il puntatore laser è stato modificato anche in questo frangente. Se lo shkval viene spostato con il laser acceso il missile perde la guida e va trash. Per far si che funzioni e far virare con successo il missile sul bersaglio differente è necessario spegnere il laser, spostare lo shkval, riaccendere il laser, se il missile ha il nuovo punto all'interno del suo gimbal limit (un cono di 30° credo) virerà sul nuovo target.
 

Allegati

  • kh25ml_155.rar
    459 KB · Visite: 90
Altri test effettuati stasera grazie al gentilissimo Fenix al quale ho rovinato il rifornimento in volo  :blush:

Fenix mi fa da AFAC e testiamo cosa si vede adesso con la nuova simulazione del laser pointer, a quanto pare le cose sono cambiate anche per gli A10, credo sia tutto il sistema laser che è cambiato a questo punto.
Chiedo a Fenix di illuminarmi dei bersagli a più di 15km dalla mia posizione, vedo un rombo, che molto spreciso fluttua piano piano avvicinandosi al target, nel momento in cui arriva sul target diventa un CERCHIO, identico al lock aria aria del su27 (faceva così anche prima o è una roba nuova?) solo a quel punto vedo illuminato il bersaglio giusto. Ho fatto test di lanci sul rombo, tutti trash, quando invece il cerchio è stabile a terra colpisco con successo.

Nei primi test lui illuminante era sempre molto vicino al target, io invece molto lontano, da come l'ho capita io il rombo identifica la presenza di un laser, del quale non sappiamo dove vada a finire, il cerchio invece è la fine del raggio laser, il punto illuminato.

Infatti guarda caso, solo quando io arrivo a 14-13km il rombo comincia ad alternarsi al cerchio a tratti, come se il segnale fosse instabile, per poi stabilizzarsi sulla forma di cerchio solo quando io mi trovo a 12-10 km dal target. TUTTO TORNA!

Allora decidiamo di testare l'efficacia a distanza del pointer del LITENING dell'A10, gli chiedo di puntare qualcosa di molto lontano, e lì comincio a vedere rombi (se sono lontano) e addirittura il CERCHIO fluttuare in aria, come se DCS individuasse la fine del raggio laser, che chiaramente non raggiunge il target e rimane sospeso in aria, per averne la prova del nove provo a fare dei lanci nonostante ho il cerchio il cerchio gironzola per il cielo, e ovviamente il missile tenta di seguirlo e va da tutt'altra parte!

Morale: il pointer del LITENING ha la stessa efficacia circa del pointer dello shkval, 10-14 km in base all'altitudine, 6/8nm.
 
Falcon ha scritto:
Altri test effettuati stasera grazie al gentilissimo Fenix al quale ho rovinato il rifornimento in volo  :blush:

Fenix mi fa da AFAC e testiamo cosa si vede adesso con la nuova simulazione del laser pointer, a quanto pare le cose sono cambiate anche per gli A10, credo sia tutto il sistema laser che è cambiato a questo punto.
Chiedo a Fenix di illuminarmi dei bersagli a più di 15km dalla mia posizione, vedo un rombo, che molto spreciso fluttua piano piano avvicinandosi al target, nel momento in cui arriva sul target diventa un CERCHIO, identico al lock aria aria del su27 (faceva così anche prima o è una roba nuova?) solo a quel punto vedo illuminato il bersaglio giusto. Ho fatto test di lanci sul rombo, tutti trash, quando invece il cerchio è stabile a terra colpisco con successo.

Questa cosa era già presente con la 154, Aznelav e io abbiamo fatto una miz d'addestramento con Firo che illuminava e avevamo già notato questo passaggio da rombo a cerchio.
 
Indietro
Alto Basso